Descrizione immagine
Descrizione immagine


La Missione dell'IIC


...Origini e finalità 



IIC, Istituto Internazionale delle Comunicazioni, è stato fondato dagli stessi Enti genovesi che avevano dato precedentemente vita ai Congressi Colombiani - Comune, Università, Provincia, C.A.P., Camera di Commercio, Cassa di Risparmio - con, in più, la Fiera Internazionale, l'E.P.T., Ente Provinciale Turismo, e il Consiglio Nazionale delle Ricerche (C.N.R.). IIC è nato come associazione di enti prevalentemente pubblici, ma con l'intendimento di aggregare nuovi associati nel mondo dell'impresa e delle professioni. Nel 1964 (D.P.R.1656 del 16.12.1964) ha conseguito il riconoscimento della personalità giuridica nonché l'approvazione dello Statuto come ente non commerciale. Tra i principali obiettivi statutari vi è stata l'organizzazione di convegni internazionali nel campo delle comunicazioni, l'istruttoria, in collaborazione con il C.N.R., per l'assegnazione del Premio Internazionale Cristoforo Colombo e, in collaborazione con il Comune di Genova, per l'assegnazione della Medaglia d'Oro Colombiana. Premio e Medaglia che hanno visto, tra i vincitori, personalità e organismi prestigiosi per il contributo dato, nel mondo, al progresso, alla conoscenza dei trasporti, delle comunicazioni spaziali e delle telecomunicazioni nella seconda metà del Novecento.

Sempre tra i propri obiettivi statutari IIC ha poi annoverato la promozione della ricerca, della conoscenza, della informazione e della formazione in materia di trasporti e telecomunicazioni.

Un nuovo ruolo e nuovi associati

In questo quadro IIC ha realizzato manifestazioni congressuali, seminari, incontri di studio, pubblicazioni, talvolta ricerche ed attività di tipo formativo in risposta ad esigenze e proposte formulate dai suoi soci o da membri o Sezioni del Comitato Scientifico.
Tra i soci, oltre ai fondatori, si sono nel tempo aggiunti enti pubblici e privati, aziende, studi professionali e di consulting, gruppi, associazioni professionali e di categoria. Con il tempo, il forte progresso delle telecomunicazioni, l'informatizzazione e telematizzazione delle attività hanno fatto sì che i soci, sia pubblici sia privati, chiedessero all'Istituto di partecipare, o di dar luogo, all'organizzazione di convegni di alto profilo, in aree di interesse specifico delle telecomunicazioni, dell'informatica, delle tecnologie dell'informazione. Nel 2000 uno di questi convegni ha avuto luogo a Cleveland, Ohio, USA in collaborazione con la NASA. 

IIC, a partire dal 2000, ha implementato la sua attività perseguendo altri obiettivi:

  • mantenere e rafforzare la già sottolineata affermazione nell'ambito delle telecomunicazioni e della “Information and Communication Technology”, contribuendo a tener vivo il discorso nell'attuale difficile periodo economico dell'industria TLC;
  • far crescere, nell'ambito generale della sua attività (convegni, ricerca, formazione) il peso dei trasporti, ove possibile, con un riguardo speciale alla promozione della cultura marittima, mercantile, navale e navalmeccanica;
  • intensificare l'interesse verso attività di ricerca e formazione preferibilmente in collaborazione con l'Università e con gli altri soci monitorando quotidianamente l'area delle ricerche e attività formative dei progetti dell'U.E.;
  • ampliare ulteriormente il novero degli associati, sempre con riguardo particolare ai soggetti interessati al mondo dei trasporti e delle telecomunicazioni.
Il concetto è semplice: pur mantenendo piena coerenza con le finalità statutarie e con la storia dell'Istituto, si tratta di promuovere un ampliamento dell'attività in due direzioni: maggiore radicamento nel territorio in supporto alle Istituzioni, e generazione di nuove linee strategiche nei settori dei trasporti e dell'ICT, in linea con il modello di sviluppo della Città e con maggiore presenza nei Programmi Comunitari. IIC oggi si è affermato nel ruolo di soggetto propositivo di Progetti Comunitari, con crescenti capacità tecniche e progettuali, accrescendo il suo ruolo internazionale, specie nei confronti della Commissione Europea.
Lo scenario di riferimento è in evoluzione. Genova ha subito, in questi anni, una profonda trasformazione che l'ha portata a completare un faticoso processo di riconversione: dalla monocultura della grande industra a partecipazione statale, a polo integrato di industria, turismo e terziario avanzato, che valorizzi il ruolo importante giocato dalle attività legate al porto e, più in generale, alla logistica ed ai trasporti. 
Si è posta quindi la necessità di adeguare, in collaborazione ed in accordo con i soci, la strategia dell'IIC. A tal fine si è costituito, in seno al CdA, l'Osservatorio sulla Città focalizzato sulle principali tematiche economiche, sociali e tecnologiche, di interesse per il territorio.